I bambini leggono … perché

Data: 08/04/2018 Inserito da: 
I bambini leggono … perché

C’erano una volta le biblioteche scolastiche ma, se le cerchi e osservi attentamente, ci sono ancora: le trovi antiche e nuove, con il loro irresistibile profumo, redivive miniere straordinariamente ricche di quella materia prima inesauribile, dal valore inestimabile che è il libro. Trasformato dalla mente e dal cuore di chi lo ha tra le mani, esso produce idee, sentimenti, emozioni, che danno senso e forma alla realtà, insieme al bisogno di decodificarla e trasformarla.

Il libro e la lettura costituiscono uno strumento formidabile per essere al mondo, per raccontarlo e provare a cambiarlo, e nessuna illusione vale a sostituirlo, poiché null’altro, oggi, può vantare le stesse qualità ed è assai improbabile che il futuro ipertecnologico possa pensare di destituirlo.

Il libro è un albero sempreverde, una fonte inesauribile di energia, una rivoluzione perpetua, una vita che non finisce …

L’invito alla lettura è per questo il più galante, il più atteso, il più prezioso, ci si prepara all’incontro con il vestito più bello, scelto accuratamente e gelosamente conservato per l’occasione, come nel più dolce incontro d’amore.

 Perché è un incontro che ti cambierà la vita.

E a questo incontro ci si prepara fin da bambini, in una paziente, lenta, graduale costruzione, che dà senso e valore a quel cammino terreno che è il nostro esistere.

Lo sanno bene le maestre di scuola del primo ciclo d’istruzione, che avviano pazientemente e con amore i loro bimbi all’incontro con il libro e la lettura, come è stato  per i bambini della Scuola Primaria, ed in particolare per quelli della seconda sezione del Plesso “C. Collodi” della Scuola dell’Infanzia: guidati da maestre e genitori hanno aderito con entusiasmo alla terza edizione de #IOLEGGOPERCHÉ, la più grande iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura, organizzata dall’Associazione Italiana Editori a sostegno delle biblioteche scolastiche di tutta Italia. Da sabato 21 a domenica 29 ottobre 2017, nelle librerie aderenti, era possibile acquistare libri da donare alle scuole; al termine della raccolta, gli editori avrebbero contribuito con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva (fino a un massimo di 100.000 volumi), donandoli alle biblioteche scolastiche e suddividendoli, secondo disponibilità, tra tutte le scuole iscritte che ne avessero fatto richiesta attraverso il portale.

Genitori e maestre dei più piccoli lettori dell’Istituto hanno acquistato 15 volumi e gli editori hanno premiato il loro gesto con una donazione di ulteriori 26 libri ed è nata così la’ bibliotechina’ del Collodi, e siamo certi che la nuova casa del libro riceverà tutte le cure di cui i bambini e le maestre sono capaci.

 

Dove nasce una nuova biblioteca, si apre una nuova piccola finestra sul futuro!



Ricerca

Articoli Recenti: