Una scuola che guarda all’ambiente

Data: 25/09/2018 Inserito da: 
Una scuola che guarda all’ambiente

Dal Comune un regalo che educa

Per il secondo anno scolastico consecutivo l’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana, in collaborazione con Monteco, ha donato i diari scolastici agli studenti dei tre Istituti comprensivi del territorio. L’encomiabile iniziativa è stata sigillata nel corso di una significativa cerimonia, cui hanno partecipato gli alunni di due classi per ciascun Istituto. Erano presenti anche, in rappresentanza delle Istituzioni coinvolte, il sindaco Antonello De Nuzzo, alcuni assessori e l’amministratore unico della ditta Monteco Mario Montinaro. Presente anche l’artista Vito Distante, l’autore delle due opere che sono raffigurate nel diario scolastico.
Da sottolineare il contenuto dei diari scolastici oggetto del dono: si tratta di argomenti mirati al rispetto dell’ambiente, declinati attraverso molteplici esempi di sensibilizzazione verso una corretta raccolta differenziata. Ed è proprio rispetto a questa tematica che il sindaco Antonello De Nuzzo ha tenuto a sottolinearne l’importanza, rimarcando il valore dell’iniziativa. E’ un evento partecipato dalle varie componenti della comunità – ha detto, in sintesi, il sindaco – che punta a sensibilizzare fin d’ora i piccoli studenti su di una gestione più consapevole del rifiuto e comportamenti più rispettosi dell’ambiente in cui viviamo.
I diari, per i tre istituti comprensivi, risultano uguali solo per la copertina ma diversi nel loro interno , in quanto contengono al loro interno lavori che rappresentano lavori svolti durante il precedente anno scolastico. Le due opere raffigurate: l’opera in copertina è “GREEN PARK” un acrilico su tela, molto colorato con degli elefanti nella savana, la seconda copertina ha il titolo “FUORI LUOGO” che rappresenta una natura
Entrambe le opere, così come ha voluto ricordare il sindaco a conclusione del suo intervento, sono state donate al Comune di Francavilla Fontana e possono essere ammirate da tutti i cittadini nella Pinacoteca d’arte contemporanea di Castello Imperiali.
Ciascun diario, oltre che “artistico”, è anche arricchito da giochi e disegni elaborati a cura di alcuni studenti. Il dono del diario rappresenta quindi un simbolo, quasi un patto tra generazioni, l’impegno a ricordare che riciclare e differenziare sono azioni indispensabili per avere meno discariche e quindi un ambiente decisamente più pulito. Tale sensibilità deve sorgere già nella tenera età, in quei ragazzi che saranno i cittadini di domani.